Tastiera da gioco, quale scegliere? Differenze fra modelli meccanici e a membrana

Gli appassionati di gaming sono un esercito in crescita esponenziale. E’ sottinteso che, per sessioni di gioco al pc, oltre al controller serve una tastiera all’altezza dei games più coinvolgenti. Se pensate a una comune tastiera da videoscrittura siete fuori strada, le tastiere da gaming sono altra cosa. Conosciamole meglio. In linea di massima, si possono trovare sul mercato due tipi di tastiera da gioco: i modelli meccanici o a membrana. Le tastiere meccaniche sono caratterizzate da un micro-interruttore, appunto, meccanico che aziona il collegamento con il tasto a ogni minima sollecitazione. Succede che, anziché premere il bottone del tutto, basterà una leggera pressione per ricevere il feedback e ottenere l’effetto voluto. Altro discorso per la tastiera da gioco a membrana che sotto ogni tasto contempla un foglio flessibile sollecitato quando lo stesso viene premuto.

Qui, però, non sarà sufficiente una pressione leggera come nel caso precedente, ma si dovrà premere il tasto con forza per attivarlo. Ciò fa sì che i modelli meccanici siano preferiti dalla maggioranza dei gamers, proprio perché con il minimo sforzo garantiscono il massimo del risultato e prestazioni più alte anche in presenza di una normale tastiera non espressamente votata al gaming. Data la preferenza alle tastiere meccaniche, resta da capire la dinamica nell’impostazione dei comandi e nella personalizzazione della stessa per accelerare eventuali ‘scorciatoie’. I migliori brand predispongono i loro modelli alla compatibilità con quasi tutti i videogiochi che vanno per la maggiore, disattivando in automatico le funzionalità del sistema Windows qualora si dovessero compiere azioni sui tasti premuti inavvertitamente. Oltre ad essere funzionali, le tastiere da gioco sfoggiano un design piacevole e grintoso all’insegna dell’hi-tech più evoluto, che rappresenta un’esca appetitosa per i gamers particolarmente sensibili anche all’aspetto estetico della tastiera.

Nei modelli retroilluminati tale funzione non si limita solamente a rischiarare la tastiera in condizioni di scarsa visibilità, ma permette anche la personalizzazione di zone diverse della periferica mediante colorazioni differenti per avere un feedback immediato nel visualizzare i tasti cercati sul momento. Anche in questo settore, la tecnologia sta andando nella direzione wireless, orientata all’eliminazione dei fili che sono già scomparsi in numerosi accessori e dispositivi digitali, parimenti in queste periferiche che potranno essere utilizzate più agevolmente senza quell’ingombrante matassa di cavi e fili che possono rappresentare uno scomodo ostacolo in fase di gioco.